scienza e magia

Non solo mi pare irragionevole la sentenza che ha condannato gli scienziati che non seppero prevedere il terremoto dell’Aquila, ma anche mi pare che accresca la fede nell’irrazionalità.

È irragionevole perché è noto ed è stato più volte ribadito da tutti i sismologi del mondo che, allo stato attuale, è impossibile prevedere i terremoti e la loro entità, e sulla base delle statistiche e dell’esperienza, una serie di piccoli eventi (quotidiani del resto in Italia) non prelude necessariamente a scosse più violente, anche se le rende probabili – e non può ecluderle.

Accresce la fede nell’irrazionalità perché, attribuendo (con spirito assolutamente antiscientifico) alla scienza capacità di previsioni esatte anche quando non possiede ancora le conoscenze, i dati e gli strumenti per farle, equivale ad attribuirle una onnipotenza infondata e quasi magica.

 

Aggiornamento (26 ott.2012)

Bene è vero tuttavia che ci sarebbe parsa opportuna una minore acquiescenza degli scienziati di fronte alla pressioni della Protezione Civile, tutta tesa, a quanto pare, più a non creare allarmi che a farsi carico della situazione di per sé piuttosto allarmante.

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: